« Evento precedente |
* giovedì 26 aprile 2018

Giovedissimo Closing Party ✩ Contromano + OSAKA FLU ✩

LIVE


ora 22:30
ingresso 3
indirizzo via di Porta Labicana 24, Roma
facebook L'EVENTO SU FACEBOOK
* Le Mura è un'associazione culturale.
L'ingresso è consentito solo con la tessera dell'associazione (2 €).

Giovedissimo Closing Party ✩ Contromano + OSAKA FLU ✩Giovedissimo 26 aprile 2018 a Le Mura
CONTROMANO + OSAKA FLU in concerto
A seguire compleanno di Daniele Ginger!!

Ore 21.30 apertura porte
Ore 22.00 inizio concerti
Ore 00.00 inizio djset

Le Mura San Lorenzo
Via di Porta Labicana 24 (NO ZTL)
Tessera obbligatoria Ass.Cult.Byron Bay (2 euro)
Ingresso 3 euro – Free Entry dopo le 23.40
Powered by Borghetta Stile

Giovedissimo:
Il 2° e 4° giovedì del mese siamo a Le Mura di San Lorenzo.
Proporremo le migliori realtà, ci saranno tanti super ospiti a sorpresa e vi faremo anche ballare dopo i concerti.
C’è il biliardino, si beve bene e si spende poco…e magari potete incontrare anche il vostro idolo al bancone o sul palco ♥

CONTROMANO
Musica Folk de li Mortacci Vostra
Noi siamo piu punk dei punk, più metallari dei metallari, più porno di Rocco Siffredi. Noi non abbiamo mondi migliori da vendere al mercato della rivolta musicata, noi ci limitiamo soltanto a guardare le cose dal basso, da un’altra ottica, e ci mettiamo le note sotto. Siamo al naturale. Non seguiamo nessuna moda musicale, non compriamo riviste specializzate per tecnici del suono, noi vogliamo solo comunicare quello che vediamo intorno a noi. Siamo un filtro tra la merda che ci circonda e l’anima di chi ci ascolta, con i nostri corpi, il nostro sudore e i nostri testi, siamo il filtro tra la realtà e la musica… come quando sei alla quarta pinta li lager e pisci appoggiato a un muro e ti senti bene, ti senti solo un filtro tra la birra che hai bevuto e la piscia che esce dal tuo pisello barzotto.

OSAKA FLU
Gli Osaka Flu nascono ad Arezzo nel 2010 quando i fratelli Daniele (voce e chitarra) e Francesco (basso) conoscono Michele (batteria). La comune passione per la musica, da Cash ai Devo, passando per Dylan e i Rancid, spinge i tre a suonare e comporre insieme.
Alle prime canzoni prodotte affiancano sin da subito l’attività live e nel 2012 partecipano a uno dei festival più conosciuti in Italia: Arezzo Wave.
Il primo disco, Look out Kid, esce nel 2014 per Soffici Dischi, distribuzione Audioglobe, e riscuote subito ottime critiche. “Bo Diddley meets the Arctic Monkeys” così Antonio Romano definisce il loro singolo I Don’t Care If It’s Right Or Wrong su RockIt mentre Repubblica parla di Pulp Rock e di musiche che ricordano le colonne sonore di Quentin Tarantino.
Il video del primo singolo I Don’t Care If It’s Right Or Wrong è stato presentato il 7 febbraio 2015.
Il video di Sixteen Tons (cover di Merle Travis) girato nel carcere di Arezzo con la partecipazione di Giorgio Canali come attore, è scelto da Repubblica come video in anteprima.
Il successo di critica e pubblico apre le porte a un’intensa attività live, che si traduce in un centinaio di date in giro per tutta la penisola.
Il 10 novembre 2016 tornano con KM 183, secondo lavoro in studio, questa volta interamente cantato in italiano e sempre edito da Soffici Dischi, anticipato dal singolo Apocalhipster al quale fanno seguito Propaganda e La Sindrome Del Giovane Holden, brani accolti con entusiasmo dalle emittenti radiofoniche (Contraradio Firenze, Rock’n’Roll Radio Milano, Radio Città Fujiko Bologna e Radio Kaos Itaky Roma su tutte) e con il quale scegliere una nuova forma promozionale, per dare risalto, oltre ai singoli, ad ogni canzone del disco.
Con questo nuovo lavoro la band conquista saldamente la fiducia della critica italiana, prima, con innumerevoli recensioni che lusingano la musica dei ragazzi definita un Beatles sound punkizzato racchiuso nella magia di un disco eccellente dall’anima cantautoriale, e straniera, poi, con un articolo sul sito della Fred Perry, storica marca d’abbigliamento britannica da sempre strettamente legata alla cultura musicale e giovanile.
L’album è stato realizzato grazie al concorso Toscana 100 Band che ha scelto e premiato gli Osaka Flu con una borsa offerta dalla Regione Toscana.